Induzione ad alta efficienza

La moderna tecnologia elettrica ed elettronica di costruzione e un design ottimale del forno riducono al minimo la richiesta di potenza e il consumo.

Sistema controllato da PC e da PLC per garantire il pieno controllo dei parametri operativi e di fusione incluso il “Sistema di dosaggio energia” per la selezione automatica della posizione di potenza appropriata per la fusione della quantità di metallo caricata ed evitare il surriscaldamento e inutile perdita di energia.

Il continuo monitoraggio automatico del sistema del forno garantisce operazioni di fusione sicure in ogni momento.

Permette persino il controllo dell’intero processo di fusione con:

Calcolo dell’alimentazione e registro del contenuto del forno correlati.

Controllo dell’alimentazione di energia per operazioni di fusione, mantenimento, avviamento a freddo e sinterizzazione.

Registra e visualizza i dati e gli stati operativi correnti.

Monitora gli allarmi con un pannello operativo con display touch amichevole.

È connesso per essere monitorato dalla base FOMET.

Forno ad induzione crogiolo

L’alta efficienza di questo tipo di forno è dovuta alla conversione diretta dell’energia elettrica in energia termica, riscaldando la carica fino a quando la fusione avviene attraverso il trasferimento interno di energia termica senza perdita di temperatura, continuamente e alla massima temperatura possibile, il limite unico è la resistenza refrattaria del rivestimento.

La rapida azione di agitazione è ideale per l’aggiunta di leghe al forno e per l’elaborazione di metalli con il miglior controllo della temperatura e della chimica.

Forno a induzione per mantenimento – duplex

L’alta efficienza di questo tipo di forno è dovuta alla conversione diretta di energia elettrica in energia termica. L’esclusivo induttore intercambiabile raffreddamento ad aria che forma il canale dove passa il  metallo è flangiato sul lato o sul fondo del corpo del forno e il riscaldamento del metallo all’interno del canale si verifica attraverso il trasferimento interno di calore energia continuamente e al massimo temperatura possibile, il limite unico essendo la resistenza refrattaria del rivestimento.